CHE COS'E' COP21?

 

E ' la 21a Sessione della Conferenza dei Rappresentanti delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che si terrà a Parigi dal 30 novembre all'11 dicembre 2015. COP21 sarà una conferenza cruciale, poichè c'è bisogno di raggiungere un nuovo accordo internazionale sul clima, applicabile a tutti i paesi, con l'obiettivo di mantenere il riscaldamento globale sotto i 2° C.

 

Michelin aderisce come partner naturale di COP21, per contribuire attivamente alla conclusione di un accordo a livello mondiale per ridurre le emissioni di CO₂.

 

Il Gruppo è consapevole che le materie prime e fonti di energia non sono inesauribili. Determinata a ridurre le emissioni di CO₂ nei prossimi decenni, Michelin persegue la sua strategia di sviluppo sostenibile da oltre 15 anni.

 

 

L'IMPEGNO MICHELIN PER LA SALVAGUARDIA AMBIENTALE

 

Sono due le principali leve attivate per la salvaguardia ambientale: il prodotto pneumatico e la produzione in fabbrica.

 

  • Nel 1992 è stata lanciata da Michelin la prima produzione di massa di pneumatici a risparmio energetico, i "Pneumatici Green". Sono ora alla 6a generazione. Michelin continua i suoi sforzi per assicurare che i pneumatici Michelin consumino meno e meno energia, contribuendo così a ridurre le emissioni di CO₂. Entro il 2030, tutti i pneumatici Michelin venduti consumeranno il 20% di energia in meno di quanto fatto nel 2010.

 

  • In futuro tutti gli impianti di produzione Michelin saranno anche più efficienti dal punto di vista energetico. Il Gruppo sta accelerando non solo nell'impiego di apparecchiature a più alta efficienza energetica, ma anche nell'uso di energia pulita. L'ambizione di Michelin è semplice: una riduzione del 47% delle emissioni di CO₂ nei propri siti, in tutto il mondo, entro il 2030*.

 

Se equipaggiate il vostro veicolo con pneumatici Michelin, contribuirete allo sforzo collettivo per ridurre le emissioni di CO₂, risparmierete carburante e beneficerete di altre prestazioni degli pneumatici fondamentali con Michelin Total Performance.

 

     

* Rispetto al 2010.