Nel contesto della Conferenza sui cambiamebti climatici COP21, Euromaster vuole ricordare alcuni gesti semplici per limitare il consumo di carburante e le emissioni di CO₂ del vostro veicolo.
Seguendo questi consigli, contribuirete a tutelare l'ambiente e la vostra salute, guidando anche in condizioni più sicure e risparmiando.

 

CONSIGLI EUROMASTER PER RIDURRE LE EMISSIONI DI CO₂

 

 1  Controllate regolarmente i pneumatici per limitare il consumo di carburante
 

 

SPIEGAZIONE

 

Sapete che quasi il 90% delle emissioni di CO2 sono dovute all'uso di pneumatici?
Ed è causato principalmente dalla resistenza al rotolamento dei pneumatici. L'obiettivo è quindi di limitarlo, riducendo così il consumo di carburante e le emissioni di CO₂.

 

Ma, la resistenza al rotolamento che cosa è?
La resistenza al rotolamento è la forza che si oppone alla rotazione del pneumatico. Deriva dalla deformazione a cui i pneumatici sono soggetti a contatto con il suolo. In media, assorbe il 20% dell'energia necessaria per spostare un veicolo. Che equivale al 20% del consumo di carburante e delle emissioni di CO₂!

 

CONSIGLIO

 

Per limitare la resistenza al rotolamento dei pneumatici, e le emissioni di CO₂, fate controllare i vostri pneumatici regolarmente. Questo aumenterà anche la vostra sicurezza alla guida ed aumenterà la longevità dei vostri pneumatici.

 

  • Controllare la pressione delle gomme controllato ogni mese >>  I pneumatici sgonfi possono aumentare il consumo (pneumatici sotto-gonfiati fino al 20% = fino al 2% di consumo eccessivo di carburante).

 

  • Controllare l'allineamento dei pneumatici una volta all'anno o ad ogni cambio gomme >> L'allineamento sbagliato può causare un eccessivo consumo, maggiori emissioni di CO₂ e una più rapida usura dei pneumatici.

 

È possibile limitare questa resistenza al rotolamento facendo una regolare manutenzione dei pneumatici.

     
2 Quando avete bisogno di acquistare nuovi pneumatici, scegliete pneumatici che consumano meno carburante
 

 

SPIEGAZIONE

 

Sapete che, scegliendo correttamente i pneumatici, è possibile ridurre del 10% il consumo di carburante e le emissioni di CO₂, salvando così anche da 80€ a 160€ a seconda delle dimensioni e della larghezza delle gomme?

 

L'etichettatura dei pneumatici, obbligatoria per i pneumatici vettura mostra 3 criteri/prestazioni, di cui la resistenza al rotolamento. I gradi vanno da "A", migliore qualità, a "G", il grado più basso. Da una A a una G, potete avere fino al 7,5% di risparmio di carburante, circa 50 litri salvati ogni 10.000 km.

 

CONSIGLIO

 

Scegliete pneumatici che consumano meno carburante:

 

  • Chiedete il parere di esperti o fatevi aiutare dall'etichettatura dei pneumatici, selezionando la migliore qualità, facendo attenzione al criterio di resistenza al rotolamento.
  • Scegliete pneumatici specializzati in materia di prestazioni e resistenza al rotolamento. Ad esempio, i pneumatici MICHELIN ENERGY Saver + offrono una buona aderenza e una ridotta resistenza al rotolamento del 25% quello che aiuta a risparmiare il 3% di carburante: aiuterebbe a risparmiare 0,2 litri di carburante ogni 100 km, vale a dire 5g di CO2 e 71 litri salvati nella vita media dei pneumatici.
  • Quando dovete cambiare le gomme, non dimenticate di lasciare i vostri vecchi pneumatici in Officina, saranno trattati da partner certificati. Un pneumatico usato può essere riciclati (combustibile alternativo, manto autostradale o campo sportivo...)
     
3 Effettuare regolare manutenzione del veicolo
 

 

SPIEGAZIONE

 

Sapete che un veicolo con una buona e regolare manutenzione vi aiuterà a ridurre il consumo di carburante (c.a. il 4% di consumo) e le emissioni di CO₂ nell'atmosfera, allungando la vita del vostro veicolo.

 

CONSIGLIO

 

  • Fate il tagliando oppure tenete filtri e candele sotto controllo. Candele ossidate, e filtri aria o carburante sporco può aumentare il consumo di carburante.
  • Cambiate l'olio regolarmente. Correttamente lubrificato con olio di qualità, il motore dura più a lungo e consuma meno (fino al 3% di carburante).
  • Tenete il sistema di raffreddamento controllato regolarmente. La temperatura del motore sarà corretta e non aumenterà il consumo di carburante.
  • Tenete il vostro sistema di aria condizionata controllato, almeno ogni due anni, per mantenerlo efficiente.
  • Prestate attenzione ai segnali di allarme sull'impianto di scarico e tenetelo controllato per un maggiore comfort e un minor inquinamento. Scarichi poco efficienti possono aumentare i gas inquinanti nell'atmosfera.
     
4 Guida in modo più efficiente. Mantieni una guida ecologica.
 

 

SPIEGAZIONE

 

Sapete che il vostro stile di guida può influire notevolmente sul consumo di carburante e le emissioni di CO₂ del vostro veicolo? Quindi, per ridurre il consumo e l'impatto sull'ambiente, è possibile adottare alcune nuove abitudini di guida.

 

CONSIGLIO

 

  • State attenti al contagiri! Evitate una guida aggressiva, cercate di rimanere nel miglior rapporto potenza/consumi. Se il veicolo è dotato di cambio manuale, risparmierete cambiando marcia il più possibile. Un motore a 3.000 RPM brucia più carburante rispetto a 2.000 RPM. Normalmente, è necessario cambiare marcia a 2.000 RPM per un motore a gas e 1.700 RPM per un motore diesel. Per la trasmissione automatica, evitate il kick-down per accelerare salvo quando ciò sia necessario per motivi di sicurezza
  • Guida al di sotto del limite di velocità e ad una velocità il più costante possibile. Usate il cruise control, se la vostra auto ne è dotata. Su strada con una pendenza del 4%, guidando a 120 km/h si può avere un consumo di 19 litri di carburante ogni 100 km, contro meno di 15 litri per 100 km se il veicolo viaggia a 100 km/h.
  • Non far girare il motore a vuoto. Quando stai fermo per alcuni minuti, abituati a spegnere il motore. In inverno, invece, è una buona cosa per far funzionare il motore per un po' prima di partire: un motore freddo utilizza molto più carburante di un motore caldo.
  • Adottare il "car sharing"! Condividi il tuo viaggio con i vostri conoscenti, vicini di casa o anche con le milioni di persone iscritte online ai siti di car sharing. Molte community collegano driver con posti vuoti ai passeggeri in cerca di un passaggio. Il car sharing, per uso personale o professionale, è un modo ambientale, sociale e economico di viaggiare.
     
5 Scegli il giusto combustibile/additivo
 

 

SPIEGAZIONE

 

Sapete che ci sono alcuni tipi di carburante qualitativi o additivi che aiutano a ridurre il consumo e le emissioni?

 

CONSIGLIO

 

Scegliete il combustibile più qualitativo con proprietà detergenti avanzate. Rimuoverà gli esistenti depositi dannosi e proteggerà contro il formarsi di nuovi. Proteggerà il motore e lo renderà più efficiente e meno inquinante.