La rimappatura della centralina è legale?

La rimappatura della centralina è legale?

Il caso Chip Tuning

Disponibile nel tuo centro Euromaster rimappatura-centralina

“Rimappatura della Centralina”: quanti voi hanno cercato su Google questa espressione perdendosi nei meandri di mille definizioni approssimative?

Il cosiddetto Chip Tuning consiste principalmente nell’apportare una serie di modifiche al software originale presente all'interno della centralina motore per ampliare le prestazioni del nostro veicolo.

Tuttavia, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare come ricorda un celebre proverbio popolare. Questo perché alterando i parametri originali si modificano i valori di potenza, le emissioni inquinanti e i consumi. Quindi, teoricamente, il motore non è più conforme all'omologazione originale dell'auto e anche in fatto di tasse bisogna verificare eventuali pagamenti in più (attenzione al bollo e alla carta di circolazione quindi!) per scampare al sequestro del mezzo e alla rivalsa assicurativa in caso di sinistro.

Al quesito amletico Rimappare o non rimappare come bisogna rispondere allora?

Se si vuole rientrare nella legalità bisogna seguire una prassi stabilita dal Ministero dei Trasporti ma è un’impresa quasi impossibile: se manometterete l’auto difficilmente la Motorizzazione Civile vi consegnerà il nulla osta per circolare e vi potrebbe essere anche richiesto di ripristinare tutto com’era prima. Insomma, quando si parla di centraline elettroniche meglio non scherzare: è il caso di affidarsi a dei professionisti muniti delle corrette apparecchiature.

In Italia la questione è molto complessa: la Federazione Italiana Tuning Sportivo (FITS) sostiene la liberalizzazione Pro Tuning dal 2006. In altre nazioni europee, invece, come ad esempio la Germania, si trovano dei veri e propri atelier di tuning che lavorano a stretto contatto con le case automobilistiche e sviluppano kit omologati e garantiti. Qualcosa si sta muovendo anche da noi, ma come sempre ci vorrà del tempo e molta pazienza!